Rebecca Wright, giudice della corte di Los Angeles, sotto la severa toga nasconde un lato ribelle e da eterna adolescente.
Inflessibile sul lavoro quanto imbranata ed infantile nella vita privata, spesso fa fatica a conciliare questi due aspetti così contrapposti.

  

Una commedia che più leggera non si poteva, che non strappa risate ma solo un bel po’ di sorrisi, tutti rivolti al talento della protagonista, una Kate Walsh che si diverte da matti (e si vede), ma il cui carisma e talento da soli non riescono a far compensare a pieno la pochezza di trame e dialoghi.