A due anni di distanza dai fasti di Carolus Rex, il quintetto svedese amante delle battaglie storiche del vecchio continente torna a deliziare i fans con questo Heroes, celebrazione degli eroi di tante guerre.

Un album che per i Sabaton rappresenta un esame importante, dopo un paio di dischi di assoluto successo internazionale e dopo la piccola grande rivoluzione che ne ha in parte stravolto la formazione. Di sicuro le aspettative dei fans erano altissime e, diciamolo pure, questi ultimi non rimarranno delusi.
Il sound dei Sabaton sembra non aver risentito degli stravolgimenti, le atmosfere solenni a cui ci avevano abituati ci sono tutte, così come i racconto delle battaglie che magari abbiamo ignorato studiando la storia, raccontate attraverso le gesta di piccoli grandi eroi, eroi di ogni guerra, di cui i libri nemmeno parlano.
Ma tra chitarre aggressive e cori sontuosi, fanno capolino anche alcune ballate di pregio, che nulla tolgono alla potenza complessiva dell’album e si lasciano ascoltare con piacere.

Davvero un bel disco, con qualche auto-citazione di troppo, ma che supera abbastanza agevolmente l’esame dei fans.

Tracklist:

  1. Night Witches
  2. No Bullets Fly
  3. Smoking Snakes
  4. Inmate 4859
  5. To Hell And Back
  6. The Ballad Of Bull
  7. Resist And Bite
  8. Soldier Of 3 Armies
  9. Far From The Fame
  10. Hearts Of Iron