Serie TV

Dig

dig

Se c’è da organizzare un’Apocalisse, un rovesciamento delle sorti mondiali, e le maggiori religioni monoteiste si alleano per attuare il piano più perverso possibile, le basi per un’avventura tra il mistico e l’archeologico ci sono tutte.

Nella Gerusalemme dei nostri giorni, crogiolo di popoli e tradizioni, l’agente FBI Peter Connelly cerca di sfuggire disperatamente dal suo passato e da un grave lutto familiare. Ma tra le antiche strade e gli edifici carichi di storia, incontra Emma, giovane archeologa.

Stregato da lei (perchè le ricorda “qualcuno che ha perso”), Peter si troverà coinvolto dapprima nelle indagini per far luce su un omicidio e successivamente si troverà a scavare nel torbido, portando alla luce una cospirazione internazionale antichissima, che rischia di sconvolgere il mondo.

Dig è una serie strana, intrigante ma poco coinvolgente, che ricorda moltissimo vecchi lavori di Tim Kring (e che quindi rischia di subire le stesse sorti). Si fa apprezzare per l’ambientazione alla Indiana Jones e per gli inseguimenti acrobatici nella vecchia Gerusalemme che ai gamers ricorderanno i primissimi Assassin’s Creed, ma a cui sembra mancare un quid in grado di mantenere viva l’attenzione.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.