Film

Dracula Untold

In Transilvania, il principe Vlad è al potere con il benestare dell’impero Ottomano. Un giorno il sultano turco Mehmet II invia un emissario con la richiesta di consegnare all’impero mille giovani uomini da addestrare come soldati, pratica in voga a quel tempo e della quale era stato “vittima” anche Vlad anni prima.
Contrario all’idea di consegnare anche il suo giovane figlio, Vlad decide di chiedere aiuto alla misteriosa creatura che lui ed alcune sue guardie avevano scoperto tempo prima in una remota caverna del regno. Circondato da pipistrelli ed apparentemente immortale, la strana creatura aveva decimato le truppe del giovane principe, lasciando quest’ultimo in vita perchè in possesso di una spada in argento.

La creatura, attraverso il suo sangue, dona a Vlad forza disumana e poteri sovrannaturali per tre giorni. Se durante questo tempo egli riuscirà a resistere alla tentazione di nutrirsi di sangue umano, tornerà “umano”, altrimenti resterà una creatura demoniaca per l’eternità.

L’ormai inflazionatissimo principe Vlad l’Impalatore che abbiamo visto declinato in ogni modo, torna sul grande schermo con quello che prometteva essere un racconto delle vere origini del mito. Questo è senza dubbio vero considerata l’ambientazione della pellicola, che però non coglie affatto la natura del Vlad sanguinario e decisamente fuori di testa. Qui il principe di Valacchia viene rappresentato come un sovrano giusto ed un buon padre di famiglia, costretto a compiere efferati stermini di massa solo per un bene superiore.

Peccato davvero, perchè a parte il buonismo e la faccia perennemente contrita del protagonista, il film sfodera una vasta gamma di battaglie e duelli bene realizzate, con effetti speciali egregi e risultati più che gradevoli.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.