Film

Hidden Figures – Il Diritto di Contare

Arrivato in Italia con una traduzione più femminista – Il Diritto di ContareHidden Figures é stato uno dei film più citati e celebrati di questa stagione di uscite cinematografiche.

Candidato a 3 Academy Awards, gli Oscar, ha collezionato anche 3 candidature ai Golden Globes e 1 candidatura ai BAFTA, Il Diritto di Contare del titolo italiano ci ricorda che questa é una delle tante pagine della nostra storia che sono arrivate a noi modificate, edulcorate. Come non fosse realmente accaduto, un fatto ci viene proposto dopo un pesante passaggio attraverso diversi filtri di “censura”. Ma se una storia viene privata, anche se solo in parte, della sua autenticità, cessa di essere storia. Un esempio é proprio la vicenda raccontata nel film.

Taraji P. Henson, Octavia Spencer, Glen Powell e Janelle Monáe

Taraji P. Henson, Octavia Spencer, Glen Powell e Janelle Monáe – immagine by IMDB

Siamo nell’America degli anni ’60, in pieno segregazionismo. La società é perfettamente divisa tra bianchi e neri, sia nella mentalità comune che nella vita di tutti i giorni: esistono attività commerciali e servizi dedicati solo all’una o all’altra categoria, perfino i bagni sono separati, così come le scuole e l’accesso ad alcune professioni. Mentre i movimenti per i diritti civili iniziano a farsi sentire, venendo repressi spesso con violenza, la NASA impiega tempo e risorse nella ricerca aerospaziale, tentando in tutti i modi di battere sul tempo la Russia per la conquista dello spazio, in particolare della Luna. Sappiamo come andranno le cose, ma ciò che scopriremo solo in seguito sarà che a contribuire attivamente al successo di quelle missioni sono state soprattutto alcune donne, intelligenti ed ostinate a farsi valere.

Sono Katherine Johnson, fisica e matematica, Dorothy Vaughan, matematica e manager e Mary Jackson, matematica e ingegnere. Saranno loro che, giorno dopo giorno, sopportando vessazioni ed incomprensibili codici comportamentali, eseguiranno calcoli e condurranno esperimenti che porteranno John Glenn ad orbitare attorno alla Terra con successo.

Octavia Spencer e Crystal Lee Brown

Octavia Spencer e Crystal Lee Brown – immagine by IMDB

La pellicola di Theodore Melfi ha il grande merito di arrivare nelle sale in un momento storico particolarmente delicato. Ci eravamo quasi illusi che i tempi fossero finalmente maturi per smettere di lottare per i diritti civili, che il mondo avesse finalmente capito che tutte le donne e gli uomini, al di là di qualunque stupidaggine o dettaglio li differenzi, abbiano pari dignità. Invece ci ritroviamo oggi, nel XXI secolo ormai inoltrato, a marciare per le strade, a veder negati diritti fondamentali in nome di un’illusione collettiva di maggior sicurezza o di una parvenza di superiorità intellettuale o morale. 

Ben vengano quindi, ancora oggi, film come Hidden Figures, per mettere prepotentemente davanti agli occhi e alle coscienze di tutti noi ciò che eravamo e cosa stiamo tornando ad essere.
Il film é tratto dall’omonimo libro di Margot Lee Shetterly, che celebra le straordinarie vite di queste e tante altre donne di colore.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.