5 giorni dopo i tragici eventi di Dallas, un reporter della rivista LIFE incontra per un’intervista esclusiva Jacqueline Kennedy, moglie di John Fitzgerald Kennedy, presidente degli Stati Uniti. Theodore H. White, questo il nome del giornalista, lascia parlare molto la first lady, permettendole di ricostruire gli eventi di quella giornata nefasta, la mattina in cui un colpo di fucile da lontano colpisce il Presidente degli Stati Uniti d’America.

Natalie Portman e Caspar Phillipson
Natalie Portman e Caspar Phillipson – immagine by IMDB

Il regista cileno Pablo Larrain, dopo la fortunata pellicola biografica dedicata a Pablo Neruda, sceglie di raccontare una delle giornate più famose della storia mondiale, ma dal punto di vista del principale testimone: la donna che ha stretto a sé il Presidente morente. Jackie Kennedy é stata per anni l’ombra del marito; sempre un passo indietro, sempre suddita, mai d’ostacolo. Concedendo questa intervista, la minuta Jackie diviene infine protagonista, dettando le regole del gioco.

Nella grande casa di Hyannis Port a Cape Cod, in Massacchusstes, pochissimi giorni dopo il funerale Jackie ripercorre con estrema lucidità ogni momento, aggiustando il tiro laddove sente di doverlo fare, per consegnare al mondo libero un’immagine del consorte più simile alla leggenda che alla storia.

Natalie Portman, John Carroll Lynch, Beth Grant, Peter Sarsgaard, Sunnie Pelant, Aiden Weinberg e Brody Weinberg
Natalie Portman, John Carroll Lynch, Beth Grant, Peter Sarsgaard, Sunnie Pelant, Aiden Weinberg e Brody Weinberg – immagine by IMDB

Grande prova di recitazione della sempre bravissima Natalie Portman, che brilla di luce propria in un film composto per il 50% da parole e dal 50% da eleganza.