L’operazione nostalgia della tv britannica non si concede mai una sosta. Dopo guerre su guerre e deviazioni più o meno pesanti sul tema della letteratura vittoriana, itv prova a conquistare il suo pubblico con una rivisitazione dell’opera di Robert Louis Stevenson, Lo Strano Caso del Dottor Jeckyll e del signor Hyde.

Il drama, articolato in 10 episodi, è ambientato nell’Inghilterra degli anni ’30, e segue le vicende del nipote del Dottor Jeckyll letterario, Robert, anch’egli medico. Adottato da bambino da un medico indiano e da sua moglie, Robert ha vissuto sempre in India, ignaro dei suoi veri genitori e della sua storia. Sappiamo sin dai primi minuti che Robert è un bravo ragazzo, ma che in momenti di grande stress sembra diventare quasi un’altra persona, dalla forza sovraumana e con una forte rabbia. Suo padre sembra però aver trovato un farmaco in grado di frenare le pulsioni del giovane, ammesso che questo venga assunto alla comparsa dei primi sintomi.

In seguito ad un eroico salvataggio di una bambina in difficoltà, nella madre patria britannica un avvocato riconosce in Robert l’erede di una vecchia conoscenza di suo padre, un certo signor Hyde, famoso per il temperamento e per la dissolutezza. Invitato per discutere della sua legittima eredità, Robert lascia la casa paterna e arriva a Londra, dove un gruppo di agenti segreti della fantomatica agenzia MI0 gli renderà la vita difficile. L’ MI0, i cui compiti sembrano essere ben al di là della più nota MI6 (quella di James Bond, per la cronaca), si occupa di cercare ed eliminare le minacce sovrannaturali. In qualche modo gli agenti dell’MI0 sono a conoscenza del terribile segreto della famiglia di Robert, che nel frattempo inizierà a manifestare misteriosi scatti di rabbia e le prime manifestazioni del Mister Hyde che si nasconde dentro di lui.

Una interessante rivisitazione in chiave leggermente più moderna di quella che è forse la più famosa storia di personalità multipla della letteratura, con un protagonista perfetto e alcune scelte interessanti (l’elemento x-files dell’agenzia MI0 e le creature demoniache che annunciano l’avvento di una minaccia ben peggiore giusto per citarne due). Da vedere.