Serie TV

Jonathan Strange & Mr Norrell

Mini-serie primaverile passata in sordina e quasi snobbata dalla sottoscritta per motivi che ora mi sembrano incomprensibili, questa produzione inglese trasporta facilmente lo spettatore all’interno delle vicende grazie sia alla bravura dei due protagonisti sia ad una trama decisamente accattivante e particolare. Tratto dall’omonimo romanzo di Susanna Clarke, l’intreccio si concentra sulle due figure di Jonathan Strange e Gilbert Norrell, due maghi inglesi che intendono restaurare un tipo di magia “rispettabile” in Gran Bretagna, scomparsa da 300 anni dopo la morte del Re Corvo, uno dei praticanti magici più potenti mai vissuti. Sebbene inizialmente le idee dei due uomini corrano parallele, ben presto Mr Strange si renderà conto che la magia non può essere restrittiva e piena di limiti come propone invece Mr Norrell e principierà ad allontanarsi da quest’ultimo. Nel frattempo, a seguito di un incantesimo avventato del pavido Mr Norrell, viene convocato un essere leggendario chiamato Il Gentiluomo il quale, per adempiere ad una richiesta formulata dal mago,richiede un prezzo molto elevato, ossia metà della restante forza vitale di Lady Pole, afflitta da una grave malattia e prossima al decesso. Da questo momento prendono avvio una serie di avvenimenti fantastici che nulla hanno da invidiare al miglior capitolo della saga potteriana, sino a giungere ad un finale piuttosto anti-climatico ma risolutivo. Assolutamente da vedere, possibilmente tutta d’un fiato.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.