Serie TV

Manhunt: Unabomber

Il famigerato UNABOMBER, pericoloso e prolifico criminale americano, tenne in scacco polizia ed FBI per quasi vent’anni, agendo indisturbato dal 1978 al 1995, anno in cui la speciale task force governativa che gli dava la caccia da anni, riuscì ad arrestare il principale sospettato: Ted Kaczynksi (interpretato qui da Paul Bettany).

Famoso per costruire pericolosi ordigni artigianali utilizzando anche materiale di scarto, Unabomber inviava per posta plichi esplosivi, che provocarono negli anni la morte di 3 persone ed il ferimento più o meno grave di più di 20 vittime inconsapevoli. Eppure al di là della scelta dell’affrancatura dei pacchi e la firma FC su ogni lettera e bomba realizzata, l’FBI per molti anni ha brancolato nel buio, incapace di estrapolare qualche dettaglio in più che potesse rivelarne l’identità.

Paul Bettany e Tom Nowicki

Paul Bettany e Tom Nowicki – immagine by IMDB

Nel 1995, dopo fin troppi anni passati tra le teorie più inverosimili, l’FBI recluta nella task force l’agente speciale James “Fitz” Fitzgerald (Sam Worthington), diplomatosi profiler all’accademia di Quantico dopo un passato da poliziotto. Sarà lui, ultimo arrivato, a capire per primo che la chiave per incastrare Unabomber si cela all’interno delle sue lettere, utilizzando la linguistica forense.

Le indagini condussero all’arresto, nella sua casa nello stato del Montana, dell’ex professore Ted Kaczynksi, nella cui abitazione furono rinvenute diverse prove, tra cui una rudimentale bomba completa.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.