Serie TV

Once Upon a Time

C’era una volta un pilot decisamente interessante durante il quale ci viene presentata l’intrepida Emma Swan (Jennifer Morrison) che di professione rintraccia e consegna alle forze dell’ordine ricercati di vario tipo.
La tranquilla, seppur solitaria, esistenza di Emma viene sconvolta dall’arrivo sulla porta di casa di un ragazzino decenne il quale afferma di chiamarsi Henry Mills (Jared S.Gilmore), di essere il figlio dato in adozione diversi anni prima ed infine che la sua madre adottiva è niente di meno che la Regina Cattiva della fiaba di Biancaneve.
Emma Swan decide allora di accompagnare quel buffo ragazzino a Storybrooke, dove afferma di vivere, e sincerarsi che non riesca nuovamente a fuggire.
Scontrandosi immediatamente con Regina Mills (Lana Parrilla), madre adottiva del piccolo Henry , Emma Swan stabilisce di rimanere nel piccolo paesino che si rivelerà poi essere effettivamente popolato dai personaggi delle fiabe più famose vittime di un maleficio al quale la bionda protagonista sembra essere destinata a porre fine.
Sebbene la prima stagione di questa serie in onda sulla ABC dal 2011 sia effettivamente coinvolgente ed emozionante nonchè innovativa, proseguendo con la visione delle stagioni successive la novità iniziale lascia il posto alla noia ed anche ad un certo fastidio per la piega eccessivamente sentimentale e patinata assunta dagli episodi che finisce per scalzare il fulcro del programma ossia i rapporti tra i vari personaggi, colonna portante dell’intera narrazione ma lentamente abbandonata a sè stessa.
Da seguire (attualmente) solo se si è particolarmente appassionati di storie zuccherose e se la Disney è la vostra ragione di vita.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.