Serie TV

Preacher

Quando il mondo della tv attinge da quello dei fumetti siamo abituati ad assistere a show con supereroi tormentati o a zombie famelici che danno il tormento a dei sopravvissuti armati fino ai denti. Poi c’è iZombie, che nel bene o nel male è un misto di entrambi, declinato al femminile e con una buona dose di humor, il già stroncato Constantine, ed il recente Lucifer, che ci ricorda che in fondo il re dei demoni è un simpatico zuzzurellone a cui piace tantissimo stare in mezzo a noi. Ho fatto questi tre esempi non a caso, ma pensando a Vertigo, branca della DC Comics dedicata al fumetto “per adulti” che ha pubblicato tutti i titoli appena citati ed anche un quarto, Preacher.

Il predicatore del titolo è Jesse Custer, prete di una piccola comunità in Texas. Nato e cresciuto ad Annville, Jesse è tornato nella sua città natale, dove anche suo padre faceva il predicatore. Jesse ha un passato turbolento, che spesso riemerge e lo fa ragionare più con i pugni e l’alcol che con le parole della Bibbia; inoltre ha un rapporto decisamente complicato con quel Dio a cui dovrebbe avvicinare i fedeli della sua comunità.

A complicare la sua ricerca di equilibrio e serenità arriveranno due personaggi decisamente fuori dagli schermi. Il primo è Cassidy, un vampiro irlandese che vediamo da subito impegnato in scene splatter degne di un film di Tarantino. Costantemente braccato da due assassini, Cassidy diventa subito amico e confidente di Jesse. Poi c’è Tulip, ex ragazza di Jesse, una versione tutta al femminile di Chuck Norris, intenzionata a coinvolgere il giovane predicatore in loschi affari.

Per fortuna non tutte le persone che circondano Jesse sono brutti ceffi o cattivi esempi. C’è ad esempio Emily, fedele braccio destro negli affari della parrocchia, che lo richiama quando necessario e lo aiuta ad organizzare gli impegni. Eugene è invece un personaggio controverso, così come lo è il suo passato. In passato ha tentato il suicidio ma il suo fallimento lo ha lasciato con un’evidente deformità.

“Open your ass and holes to Jesus”

Preacher vi conquisterà a suon di black humor e botte da orbi, si farà amare per i suoi strampalati personaggi e per l’ottima fotografia.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.