Serie TV

Proof

Prendi Jennifer Beals (indimenticabile Bette Porter di The L Word) e falle indossare le vesti, anzi i camici, da cardio-chirungo con i contro cavoli e hai già  la ricetta vincente per attirare qualche incuriosito spettatore. Il problema di mantenere tale spettatore sorge quando il suddetto s’inoltra nell’ORIGINALISSIMA trama di questo nuovo prodotto delle rete americana TNT, quella di Rizzoli & Isles e del compianto Perception per intenderci. La storia difatti ruota intorno alla protagonista Carolyn Tyler (la Sig.ra Beals appunto) che dopo aver vissuto un’esperienza di quasi morte,e nel frattempo aver subito la perdita del figlio maggiore, viene avvicinata dal ricco benefattore di turno il quale sta per soccombere ad un brutto male e non vuole spirare prima di sapere se effettivamente  c’è, o non c’è, un aldilà. Al fine di soddisfare questa eternamente umana curiosità chiede alla nostra protagonista d’indagare su casi di gente i quali affermano di aver vissuto esperienze di quasi-morte simili alla sua. Sebbene il prodotto possa far decisamente storcere il naso sopratutto per una neanche troppo velata intromissione religiosa decisamente stucchevole, una regia dal tocco quasi asettico ed interessante nonchè la protagonista (sulla quale l’impianto narrativo poggia pesantemente) rendono i canonici quaranta minuti di proiezioni tollerabili. Da seguire solo se non si devono recuperare serie più importanti, più interessanti, o divertenti, insomma qualsiasi altra cosa tralasciata durante il lungo inverno, compreso passare la scopa a vapore tra le mattonelle della cucina della zia.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.