Serie TV

Snatch

Crackle, la piattaforma di streaming di Sony, inizia alla grande il 2017 proponendo al pubblico una serie tv ispirata ad un film cult di Guy Ritchie del lontano 2000, Snatch.

Albert “Albie” Hill (Luke Pasqualino) é il leader di fatto di un piccolo gruppo di criminali minori, per lo più imbroglioni, che vive di espedienti. Seguendo le orme del padre, un rapinatore in carcere da 15 anni, Albert é accompagnato nelle sue imprese dall’amico Charlie Cavendish Scott (Rupert Grint), che ha scelto di non vivere nell’agiatezza della sua ricca famiglia.

Lucien Laviscount e Luke Pasqualino

Lucien Laviscount e Luke Pasqualino – immagine by IMDB

A completare il quadro c’è Billy ‘Fuckin’ Ayers (Lucien Laviscount), aspirante pugile. Proprio attorno al giro di scommesse sull’ultimo match di Billy vediamo per la prima volta interagire i nostri protagonisti con la diretta (e pericolosa) concorrenza, il boss locale Sonny Castillo (Ed Westwick). Ma sullo stesso giro di scommesse ha messo gli occhi e le mani anche il padre di Albert, che nonostante la carcerazione, continua a dirigere il suo giro criminale con successo.

Il ritmo e lo spirito goliardico del celebre film a cui si ispira ci sono e si fanno vedere già dal primo episodio della serie, ma Snatch formato serie tv vira troppo al ridicolo, scivolando fin troppo spesso nel grottesco, nel tentativo di far ridere sempre e a tutti i costi.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.