Film

Spider-Man: Homecoming

Nel 2015 venne annunciato l’ennesimo reboot della saga cinematografica dedicata all’Uomo Ragno dei fumetti Marvel, con la particolarità che il nuovo personaggio sarebbe stato inserito anche nel Marvel Cinematic Universe (MCU). Questa volta nei panni del giovane con i poteri da ragno è stato scelto il giovanissimo Tom Holland, che per l’occasione si é anche allenato con costanza, regalandosi il fisico scultoreo degno di un eroe da cinecomic.

Abbiamo avuto un assaggio del nuovo modo di caratterizzare questo personaggio in poche scene dell’ultimo Captain America: Civil War, quando il ragazzino in costume irrompe sul campo di battaglia in supporto del team di Iron Man / Tony Stark. La storia di questo Spiderman Homecoming inizia proprio nei momenti immediatamente successivi a questi eventi.

Tom Holland in Spider Man: Homecoming

Tom Holland in Spider Man: Homecoming. Immagine by IMDB

Ancora incredulo di aver conosciuto il suo idolo Tony Stark (Robert Downey Jr.), che gli ha realizzato una tuta iper-tecnologica su misura, il giovane Peter Parker si cala completamente nei panni del supereroe che é diventato. Si imbatte una sera in alcuni criminali che utilizzano armi aliene rubate dalle macerie di New York, distrutta per l’ennesima volta dalle battaglie degli Avengers contro nemici alieni non troppo tempo prima.

Un reboot all’insegna della freschezza e dell’ironia, che tenta di alleggerire i tormenti di un Peter Parker che abbiamo imparato a conoscere come circondato da morte e dolore. I toni cambiano profondamente ma il risultato non regge il confronto. Il film manca di una solida struttura narrativa, omette completamente antefatti e personaggi della biografia del supereroe e si impegna moltissimo nel preparare la strada al prossimo incontro dell’Uomo Ragno con l’intera brigata dei Vendicatori.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.