Film

Sully

Il 15 gennaio del 2009, l’Airbus A320 pilotato dall’esperto Capitano Chesley Sullenberger, soprannominato semplimente “Sully” compie un roccambolesco ma provvidenziale ammaraggio di emergenza sul fiume Hudson.

sully

Sully – immagine by tmdb.org

La manovra di emergenza, dovuta ad un guasto improvviso, ha permesso di salvare la vita ai 155 passeggeri a bordo del volo US Airways 1549 ma anche ad eventuali altre vittime che potevano trovarsi nel punto di impatto del velivolo, se l’ammaraggio non fosse riuscito.

Ma mentre da subito la stampa e gran parte dell’opinione pubblica non hanno dubbi e celebrano Sully come eroe nazionale, parallelamente viene aperta un’inchiesta che getta ombre sul Capitano, sulla sua vita privata e quella professionale.

Il film racconta i fatti così come lo stesso Chesley Sullenberger li ha esposti, scrivendo un racconto autobiografico a quattro mani con il giornalista Jeffrey Zaslow, intitolato Highest Duty: My Search for What Really Matters.

Sully

Sully – immagine by tmdb.org

L’esperto regista Clint Eastwood, consapevole che la storia fosse già scritta e che lo spettatore sapesse che in fondo stava per vedere un lieto fine, per quanto spettacolare fosse, gioca tutto sulla psicologia dell’uomo Sullenberger, sui dubbi che lo tormenteranno e sulle sue sicurezze, quelle inflessibili e quelle che inizieranno a vacillare. La vicenda del volo partito da New York e costretto ad atterrare cinque minuti e otto secondi dopo il decollo a causa dell’impatto con uno stormo di grossi uccelli ci viene raccontata attraverso un sapiente uso dei flashback, che riescono a tenere lo spettatore sempre concentrato ed in tensione.

Ottimo, come da anni ci ha abituati, Tom Hanks nel ruolo del protagonista.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.