Serie TV

Texas Rising

History Channel per questo nuovo dramma storico non ha badato a spese, nemmeno per il casting. Nomi come quelli di Bill Paxton, Jeffrey Dean Morgan, Ray Liotta, Brendan Fraser, Robert Knepper, Chad Michael Murray non sono solo un ottimo modo per attirare lo spettatore curioso a dare un’occhiata per lo meno al pilot, ma anche una garanzia di qualità.

Texas Rising è un progetto ambizioso, che oltre ad un cast stellare recluta anche un regista di peso come Roland Joffé (che vanta numerose nominations agli Oscar). La storia che ci vuole raccontare è quella dell’indipendenza del Messico, conquistata a suon di sangue e pallottole tra Americani, Messicani e popolazioni indigene.

Stupendi i paesaggi texani rappresentati, ripresi in tutta la loro maestosità, fatta di sabbia e rocce, ma anche di carovane assalite, cavalli in corsa e soldati con diverse livree. Si inizia subito dopo la caduta di Alamo, che abbiamo visto diverse volte rappresentata in tanti film western di parecchi anni fa, e si procede raccontando le dirette conseguenze della presa del forte da parte delle truppe messicane, con la controparte americana costretta a rivedere le proprie strategie.

Ma se l’ottimo lavoro svolto dal punto di vista tecnico, unito al nobile intento di raccontare un pezzo di storia importante per l’America (e non solo gli Stati Uniti) bastano per tessere le lodi sulla qualità messa in campo, allo stesso modo il tono utilizzato ed il punto di vista sfacciatamente yankee fanno storcere il naso e rimandano ad una distinzione buoni-cattivi d’altri tempi. Peccato.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.