Serie TV

The Grinder

La pecora nera di un’intera dinastia di avvocati, la famiglia Sanderson, è Dean. Lui l’avvocato lo fa, ma per lavoro, davanti alla macchina da presa. Forte dell’esperienza di essere cresciuto in mezzo a codici e sentenze, ha avuto un grande successo come protagonista del legal televisivo The Grinder (che in italiano dovrebbe suonare all’incirca come “Il Macinatore”).

Ma una volta terminato lo show televisivo, Dean deve trovare un altro modo per riempire le sue giornate. Proverà a mettere in pratica l’esperienza maturata nel fingere di essere un avvocato con i casi del fratello Steward, che avvocato lo è nella realtà.

Sarà uno scontro tra cervello e carisma, tra fratelli molto diversi per carattere e stile di vita che però in tribunale, unendo le forze, formeranno una coppia imbattibile.

The Grinder si fa forza della faccia e del carisma di Rob Lowe e di un concetto che a noi serial addicted è ormai familiare, ovvero quello di sentirsi “esperti” di un determinato argomento dopo aver visto stagioni intere di alcuni show (siamo tutti medici dopo House e Grey’s Anatomy e siamo anche tutti un po’ avvocati, come in questo caso).

Un plauso all’originalità del soggetto, che in tempi di ricicli continui fa sempre gridare al mezzo miracolo.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.