Ennesimo medical drama che vede come protagonisti bellocci dottori tormentati e dottoresse da passerella, che non ci racconta assolutamente nulla di nuovo.

Conosciamo la squadra di medici del turno di notte dell’affollato pronto soccorso del San Antonio Medical Center di Albuquerque, vicino ad una base militare – ci dicono.
Sempre di corsa e tra mille emergenze, c’è chi litiga con il capo per questioni amministrative, chi nasconde storie clandestine con un collega, chi cerca di far carriera alle spalle di altri e chi subisce scherzi solo perché l’ultimo arrivato.

Una serie che non è né carne né pesce e che cerca disperatamente di conquistare gli appassionati del medical drama nostalgici di ER ma che strizza l’occhio alle tematiche gossippare di un Grey’s Anatomy.
Evidentemente in America i medici sono per forza stronzi ma geniali e le donne hanno tutte almeno un amante nel luogo di lavoro, il che inevitabilmente si traduce in tensioni e segreti, da gestire insieme ai pazienti più problematici.

La NBC aveva scartato in passato questo progetto, resuscitandolo solo di recente, ma considerato l’alto tasso di presenza di dottori televisivi e il fatto che ormai tutto sa di deja-vu, compreso il militare tutto d’un pezzo omosessuale e il tormentatissimo ex medico al fronte, riteniamo che fosse la decisione iniziale poteva essere quella giusta.

Fastidiosissimo inoltre, il tentativo della NBC di pubblicizzarci questa serie come adrenalinica, soprattutto attraverso delle immagini promozionali che nemmeno gli X-men avrebbero avuto.

© immagini: http://www.filmforlife.org