Serie TV

The OA

Prairie Johnson (Brit Marling), non vedente dalla nascita, scompare nel nulla in un giorno come un altro, per poi, altrettanto misteriosamente, ricomparire nella sua città, nella casa in cui era cresciuta. Sono passati sette anni e Prairie non é assolutamente la stessa persona. Si fa chiamare OA e afferma che a rapirla sia stato un tale Hap (Jason Isaacs), descritto come un uomo senza scrupoli. Ma la cosa più inspiegabile, al di là del rapimento, é che la ragazza ha riacquistato completamente la vista.

Jason Isaacs e Brit Marling

Jason Isaacs e Brit Marling – immagine by IMDB

La ragazza non ha però alcuna intenzione di confidarsi con la famiglia o parlare con polizia e FBI dei dettagli della sua prigionia, mentre sembra intenzionata a compiere una sorta di missione personale: rintracciare un certo Homer. Per farlo, si confida e chiede aiuto ad un gruppo di ragazzi apparentemente sconosciuti: l’aggressivo Steve (Patrick Gibson), lo studioso Alfonso (Brandon Perea), lo “sballato” Jesse (Brendan Meyer), a cui si aggiungono il giovane trasngender Buck (Ian Alexander) e la professoressa Betty (Phyllis Smith).

Di questa The OA si é parlato veramente molto: rilasciata quasi a sorpresa nel già ampio catalogo Netflix, é stata descritta come un mix di generi, una sorta di esperimento buttato lì per testare la reazione del pubblico. La sensazione che effettivamente di un esperimento si sia trattato c’é e dura per tutti gli episodi della serie, che appartiene ad un genere indecifrabile, un mix imperfetto tra dramma, fantascienza e misticismo new-age, che raggiunge l’apice del fuori schema attraverso alcuni momenti decisamente grotteschi. Molte sono le domande che lo spettatore é invitato a porsi durante la visione, ma non sarà la risposta ai grandi misteri quel quid che ci invoglierà a continuare la visione, bensì una curiosità che va oltre la trama, il desiderio di arrivare a scoprire fin dove ci si può spingere per scrivere una serie televisiva.

Brit Marling

Brit Marling – immagine by IMDB

The OA é un esperimento che ha diviso il pubblico e che sappiamo già che continuerà con una nuova stagione.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.