Serie TV

Timeless

timeless

Non bastavano i viaggi fantascientifici del variegato gruppo di supereroi DC Comics di Legends of Tomorrow che tendono a creare piccoli grandi disastri nelle linee temporali (ma in questo, a dire il vero, é molto più bravo Barry Allen in Flash). Evidentemente non bastavano nemmeno i goffi tentativi di salvare tutti e non impazzire con le conseguenze che abbiamo visto in Frequency. A farci tornare la nostalgia di viaggi nello spazio tempo originali e ben fatti come quelli di Doctor Who (e di riflesso Torchwood) ma anche di Warehouse 13 (no, The Librarians non voglio includerlo in questo elenco) ci pensa NBC.

Non paghi di aver svenduto Supergirl alla CW (che ne ha sicuramente guadagnato in ascolti e possibilità di intrecci di storyline) e di aver cancellato molte produzioni meritevoli, la rete televisiva americana ha investito tempo, soldi e risorse umane in Timeless. E dire che era davvero semplice avere un’idea anche leggermente più originale.

timeless

Timeless – immagine by IMDB

Eppure hanno scommesso molto sull’ambiziosa Timeless, storia di una task force speciale e segreta del governo americano, reclutata in fretta e furia per combattere una minaccia che più seria non si può. Una delle maggiori menti criminali, tale Garcia Flynn, é riuscito a mettere le mani su una vera e propria macchina del tempo, perfettamente funzionante, nata dalla brillante mente di tale Connor Mason. Da bravo villain, Flynn ha in mente un progetto preciso: prendere un disastro a caso nella storia e metterci lo zampino, ingigantendo gli effetti e gettando il mondo nel caos totale.

A tentare di fermarlo, la speciale task force di cui accennavo poco fa, formata da una professoressa di storia, Lucy Preston, un militare, Wyatt Logan ed uno scienziato, Rufus Carlin.

timeless

Timeless – immagine by IMDB

Da due teste quali quelle di Eric Kripke, padre putativo di Supernatural e RevolutionShawn Ryan, che ci ha regalato Lie To Me in tempi già troppo lontani nel tempo, ci aspettavamo qualcosa di più. Timeless pecca dove prima di lei hanno peccato in molti: la mancanza di novità. Dei paradossi temporali ormai conosciamo ogni implicazione e possiamo metterci la mano sul fuoco: se permetti ad un americano di viaggiare nel tempo, sceglierà sempre la Germania nazista e il momento di un attentato a qualche politico (garantito!).

Timeless poteva stupirci, poteva essere un esperimento coraggioso, scegliendo di non sottostare alle regole del già visto, invece rimane a galla come qualcosa di assolutamente non necessario.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.