Serie TV

Torchwood

torchwood

A Cardiff, in Galles, c’è il segretissimo quartier generale di Torchwood, un istituto indipendente dal governo, ma esterno alle forze di polizia, specializzato nell’indagare su eventi di origine extraterrestre. Proprio a Cardiff è infatti presente una fessura spazio-temporale attraverso cui arrivano creature aliene da altri mondi, spesso ostili.

A capo della specialissima squadra troviamo Jack Harkness, conosciuto durante la prima stagione della nuova serie di Doctor Who (quella con il nono dottore), un ex agente del tempo nato nel lontano futuro. Accanto a lui l’esperta informatica Toshiko Sato, il dottor Owen Harper ed il fedele Ianto Jones. Al gruppo si unirà fin dal pilot la poliziotta Gwen Cooper.
L’attrattiva ed il successo di Torchwood, più che negli alieni ed i viaggi nel tempo, risiede nella personalità del brillante Jack Harkness, uomo carismatico, immortale, capace di viaggiare nel tempo e pansessuale (anche se lo vedremo spesso impegnato in relazioni omosessuali, a volte bisessuali).
Un personaggio decisamente atipico per gli standard televisivi (soprattutto italiani, visto che in Inghilterra ci sono meno tabu di questo genere) che intriga ed affascina.

  

Nato come spin-off della longeva Doctor Who (sempre prodotta e trasmessa dalla BBC) la serie ha avuto una messa in onda travagliata. Dopo due stagioni di successo, apprezzate da critica e pubblico, composte da tredici episodi, la terza stagione si è composta di soli 5 episodi collegati, che componevano un unico caso da risolvere. La quarta stagione è andata invece in onda sul canale americano Starz e comprendeva 10 episodi (ed un cambio radicale di cast, stile e tematiche).

Torchwood è una serie che gli amanti della fantascienza possono apprezzare sempre, indipendentemente dal fatto che sia definitivamente terminata ormai da qualche anno.

  

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.