Film

Warcraft

Warcraft: L’inizio o semplicemente Warcraft, come leggiamo nelle locandine oltreoceano, è arrivato in punta di piedi in quasi tutto il mondo. Uscito nelle nostre sale ad inizio giugno, la pellicola ispirata al videogame RPG per eccellenza, non ha fatto molto parlare di sé. Eppure c’è un posto nel mondo in cui questa pellicola diretta da Duncan Jones sta battendo ogni record di incassi al botteghino: la Cina. In meno di una settimana dall’esordio, Warcraft è diventata la pellicola straniera con il maggior incasso in assoluto (battendo anche l’ultimo Star Wars) e il suo successo non accenna ancora a sfumare. Dietro a questi numeri e a questo clamore c’è una precisa strategia, ma forse anche un’adeguata campagna pubblicitaria che qui, francamente, si è vista poco.

Capostipite di molti titoli dell’ultima generazione di videogiochi a tema fantasy, World of Warcraft condivide con il film che gli rende omaggio ambientazione e personaggi.

Il regno di Azeroth, abitata da umani, dopo un lungo periodo di pace e prosperità con gli altri regni del loro mondo, si ritrova improvvisamente ad affrontare una minaccia decisamente pericolosa. In fuga dal loro mondo attraverso un portale magico, i grandi e verdi orchi guerrieri irrompono ad Azeroth, con l’intento di colonizzare una nuova terra.

Non c’è in Warcraft una netta distinzione tra bene e male, neppure gli epici scontri tra orci, gnomi ed elfi rappresentano questo classico dualismo: gli Orchi fuggono dal loro mondo morente e attaccano per avere abbastanza prigionieri per mantenere aperto il portale per portare in salvo le loro famiglie, mentre i guerrieri di Azeroth ed i loro alleati semplicemente difendono le loro terre dall’invasione. Questo equilibrio tra le parti viene confermato dall’atteggiamento di Durotan, un capoclan orco, che inizia ad avere dei dubbi sull’operato del potente sciamano che li ha condotti alla guerra.

Prodotto dalla stessa Blizzard del videogame e dalla Legendary Pictures, Warcraft ha un cast artistico composto da perfetti sconosciuti o quasi (Travis Fimmel, Paula Patton, Ben Foster, Dominic Cooper, Toby Kebbell, Ben Schnetzer, Rob Kazinsky e Daniel Wu) e una bellissima colonna sonora. Notevole anche lo sforzo da parte del team grafico, tanto che gli amanti del gioco non potranno che rimanere affascinati dalle ricostruzioni e dai combattimenti affollati e movimentati tra orde inferocite e armate fino ai denti.

La storia si fa facilmente coinvolgente anche per chi non ha la minima idea di che cosa sia World of Warcraft, ma questo spirito di apertura verso i profani non basta a rendere nel complesso Warcraft un film da applausi. Sebbene sia solo il primo capitolo di un’intera saga, molti dei personaggi principali ci vengono già presentati, ma al di là dell’epicità dei paesaggi e delle creature, ben poco ci rimane impresso delle vicende dei due mondi, se non alcune banalità.

Un buon lavoro, sicuramente da migliorare, ma un ottimo punto di partenza.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.