Serie TV

Blood Drive

Anno 1999, ma di una realtà fortemente distopica. Ad un certo punto della nostra storia abbiamo devastato quasi del tutto le riserve idriche del pianeta ed il prezzo del petrolio é schizzato a più di 2000 dollari al barile. Inevitabilmente il crimine serpeggia e il principale business é nel mercato nero dell’acqua potabile ed una nuova, potente droga. In questo clima tutt’altro che pacifico il servizio di polizia e vigilanza é stato privatizzato ed é in mano ad una multinazionale con manie di controllo che premia gli agenti che usano le maniere forti sui sospettati. L’ultimo poliziotto con una coscienza é forse Arthur Bailey (interpretato da Alan Ritchson), determinato a mantenere – almeno lui – una parvenza di umanità. Durante un appostamento per tentare di sgominare una banda di criminali descritti come completamente fuori di testa, Arthur si imbatte in un gruppo di persone del tutto fuori da ogni comune logica, intente ad organizzare una gara clandestina con automobili particolari, che richiedono sangue umano come carburante.

blood drive

Blood Drive – immagine by IMDB

Ancora sotto shock dal vedere persone tritate vive dai rombanti motori di questi bolidi, Arthur viene coinvolto dal sedicente Maestro di Cerimonia Julian Slink (Colin Cunningham) a prendere parte alla competizione, facendo coppia con Grace d’Argento (Christina Ochoa) e la sua fiammante auto rossa. Costretti a rimanere uniti e a seguire le folli regole della gara per non diventare essi stessi carburante, i due saranno loro malgrado costretti a sopportarsi a vicenda.

In piena atmosfera Grindhouse, Blood Drive irrompe nel palinsesto estivo e si candica apertamente a diventare la serie più trash della storia della televisione americana. Sangue, sesso, perversioni di ogni natura e adrenalina a mille sono gli ingredienti di questo show, che non ha nulla di serio da raccontare ma lo fa con sfacciata ostentazione di tutto ciò che potrebbe disgustare un critico televisivo.

blood drive

Blood Drive – immagine by IMDB

Approcciatevi a Blood Drive come se cercaste la versione gore di Wacky Races o un’imitazione grottesca di Death Race realizzata da Rob Zombie e non rimarrete delusi.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.