Sophia Marlowe (Britt Robertson) ha 21 anni ed un’antipatia innata per regole e convenzioni sociali. Convinta che crescere significhi essenzialmente rinunciare ai propri sogni, lascia il college e la casa paterna per vivere secondo il suo stile, essenzialmente anarchico. Dopo aver perso l’ennesimo posto di lavoro ed aver ricevuto un poco rassicurante avviso di sfratto dal padrone di casa, Sophia scopre per caso quella che le sembrerà essere una vera e propria vocazione.

Britt Robertson
Britt Robertson – immagine by IMDB

Appassionata di abbigliamento vintage e assidua frequentatrice di negozi specializzati e mercatini delle pulci, acquista un giorno a prezzo stracciato un pezzo unico, che riuscirà a rivendere online per molti soldi. Si convincerà quindi di poter vivere senza dover lavorare, semplicemente rivendendo online capi di abbigliamento ricercati. Ovviamente non passeranno nemmeno 24 ore e inizieranno a presentarsi i primi problemi logistici ed imprenditoriali, oltre che qualche piccolo inconveniente che la costringerà a farsi vedere da un medico di una clinica gratuita per persone indigenti.

La serie, prodotta da Netflix, é tratta dal romanzo autobiografico #Girlboss di Sophia Amoruso.