Film

Joy

Joy è una ragazza americana nata e cresciuta in una famiglia allargata piuttosto caotica. Genitori divorziati e con nuove relazioni in corso, una sorellastra con cui non sembra esserci modo di andare d’accordo, un ex marito che vive in cantina e due figli piccoli a cui badare. Joy sembra essere la persona più responsabile di questa tribù, lavora sodo e cerca di accontentare tutti, supportata dall’amore incondizionato e i saggi consigli dell’amata nonna, che è anche voce narrante del film.

La donna ha un solo, grande rimpianto: aver lasciato da parte il suo lato creativo, che fin da piccola era evidente, per una vita più banale ma apparentemente più sicura. Ma l’inventiva non è una qualità che si può silenziare per sempre, e anche quella di Joy si ripresenterà, prepotentemente, in un momento particolare, di forte stress. Joy poteva impazzire del tutto o dare ascolto a quella voce interiore che la sprona a mettersi in gioco, ed ha scelto quest’ultima opzione. Analizzando i piccoli problemi quotidiani della gestione della casa, Joy si arma di matita e fogli e studia un sistema di pulizia innovativo ma anche estremamente semplice: un super-mocio, composto dalle canoniche trecce di fibre di tessuto intrecciate.

Fermamente convinta dell’effettiva utilità di questo prodotto, Joy investe molto tempo e soldi nell’attività di promozione, scontrandosi più volte con le resistenze della famiglia e con la concorrenza, imparando ad incassare diversi colpi bassi senza mai arrendersi. Un momento importante nella storia di questa tenace bionda sarà l’incontro con il re del mondo delle televendite Neil Walker, che introdurrà lei e noi nel dietro le quinte del famoso canale QVC, indiscusso dominatore delle vendite televisive.

Il regista David O. Russel ci racconta una storia che sembra una delle soap opera che scopriamo piacere molto alla nostra protagonista, una favola moderna che inneggia al femminismo e al sogno americano.
A compensare la banalità della sceneggiatura, ci pensano i pezzi da novanta del cast: insieme alla protagonista Jennifer Lawrence, in Joy troviamo anche Bradley Cooper e Robert De Niro, che danno indubbiamente valore alla pellicola.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.