Serie TV

The Royals

Inghilterra, giorni nostri. La fittizia famiglia reale britannica subisce un grave lutto e perde addirittura l’erede al trono, il primogenito figlio di Sua Maestà Queen Helena e King Simon. Il tragico evento porterà ogni componente della famiglia a fare il punto della situazione, interrogarsi sul futuro o decidere di dare una svolta radicale al proprio stile di vita. Molto snob, terribilmente british e apparentemente usciti da una telenovela venezuelana, questi reali promettono di rubare la scena ai loro corrispondenti del mondo reale a suon di scene sexy, battute pungenti e gossip a palate, conditi con gli immancabili scandali di corte.

  

E mentre noi spettatori cerchiamo (disperatamente ma invano) una trama interessante, veniamo sommersi da mille inquadrature dello stesso salone (e io che mi lamentavo di conoscere a memoria ogni sgabuzzino della tenuta di Downton Abbey!) e dall’introduzione di una serie di personaggi secondari al cui confronto American Horror Story Freak Show sembra una parata di dilettanti. Il canale inglese E! si butta quindi sulle produzioni originali e crede talmente tanto nel suo progetto che ha deciso di rinnovarlo per una seconda stagione ben due mesi prima della messa in onda.

  

Io, lo giuro, ci ho provato davvero a cercare un valido motivo per continuare a guardare The Royals. Ma non l’ho trovato. Quello che ho trovato è solo una collezione di clichè e battute più vecchie della torre di Londra stessa, senza arte nè parte.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.