Kimmy Schmidt (Ellie Kemper),protagonista di questa frizzante comedy firmata dal nome/garanzia Tina Fey, ritorna in superficie (letteralmente) dopo aver trascorso quattordici anni in un bunker atomico, unico luogo salvato dall’Apocalisse a detta dello strampalato Reverendo Richard Wayne Gary Wayne ( interpretato da un adorabile Jon Hamm).
La serie, colorata, simpatica e piena di brio segue i vari passi che Kimmy compie per riappropriarsi della propria vita, proprio lei ventinovenne ma ancora ragazzina degli anni Novanta, alle prese con i selfie, New York e l’immancabile coinquilino gay.
Da vedere in un’unica seduta sfruttando il binge watching ormai collaudato dal marchio Netflix.