Serie TV

Spotless

Jean Bastières è nato in Francia vive ormai da 15 anni al di là della Manica, a Londra, dove ha una vita apparentemente tranquilla. Trascorre le sue giornate tra il lavoro (e di cosa si occupa sarà chiaro tra poco) ed il suo tranquillo quartiere residenziale, dove vive con la bella moglie e i due figli. Un giorno irrompe di nuovo nella sua vita il fratello maggiore Martin, chiedendo favori e facendo riemergere un difficile passato familiare da cui sembra proprio che il buon Jean volesse scappare ad ogni costo, trasferendosi in Inghilterra.

Ma a tormentare il nostro protagonista sarà anche un’altra cosa, direttamente legata al suo amato lavoro. Trovandosi in una brutta situazione di droga con suo fratello, per uscirne indenne Jean utilizza la sua professionalità per occultare prove. Sì perchè il mite Jean di mestiere si occupa della “pulizia” delle scene del crimine, lavoro che svolge con devozione ed un’accuratezza fuori dal comune. Il suo talento non passerà inosservato ed un boss della malavita locale farà di tutto per convincerlo, con le buone e con le cattive, a mettere la sua arte al servizio delle sue malefatte.

Spotless è stata una bella sorpresa di questa fine estate 2015, una co-produzione franco-britannica che richiama per forza di cose il rimpianto Dexter ma strizza l’occhio a Breaking Bad. L’impressione è che non voglia ispirarsi a nessuno, tantomeno imitarli, bensì rendere omaggio a questi due show. In questo, ricorda un po’ anche un altro show britannico di qualche tempo fa, The Driver, che però risultava più pesante e cupo. Spotless si segue invece molto bene, ha un protagonista praticamente sconosciuto ma perfetto e alcune facce note che i fan vedranno sotto una nuova luce. Consigliato.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.