Serie TV

Stranger Things

Nel corso della programmazione estiva generalmente si assiste ad un ridimensionamento dell’offerta televisiva anche abbastanza netta se confrontata con lo tsunami visivo che ingloba lo spettatore durante l’inverno e, spesso, oltre ad una diminuzione del numero di prodotti, si assiste anche ad un declino della qualità (ad esempio non riesco a capacitarmi  di come sia possibile rinnovare Zoo per una terza stagione).
Tale situazione a volte viene bilanciata dalla messa in onda di serie  che nulla hanno da invidiare ai prodotti “invernali” e che anzi in molti casi li superano senza problemi; si pensi a Mr.Robot, fenomeno televisivo della scorsa estate che ha ricevuto (giustamente) plausi e consensi in ogni dove.
Il 2016 ha regalato agli spettatori estivi, affamati come sempre di prodotti di qualità anche se accaldati e scottati dal sole, Stranger Things che può senza problemi essere considerata come la migliore serie andata in onda negli ultimi mesi.
Regalo graditissimo a chi è cresciuto durante gli anni Ottanta cibandosi principalmente di Dungeons & Dragons e  film di fantascienza, Stranger Things è un prodotto di altissimo livello sia dal punto di vista narrativo sia visivo.
La trama ruota intorno ad un gruppo di quattro ragazzini che vivono tranquillamente le proprie giornate tra giochi da tavolo nel seminterrato e lunghe corse in bicicletta.
Quando uno di loro (Will Byers) sembra svanire nel nulla, i tre restanti amici (Mike,Lucas e Dustin) faranno di tutto per ritrovarlo, dando inizio ad un effetto domino di avvenimenti che li porterà a conoscere una strana ragazzina dai grandi poteri telecinetici, un laboratorio segreto dai loschi pieni  nonchè varchi temporali per mondi paralleli.
Un pò Twin Peaks, un pò i Goonies, Stranger Things riesce a rapire lo spettatore portandolo indietro nel tempo alla propria fanciullezza nella quale le amicizie e la fantasia formavano un mondo incantato, lasciato in disparte come sacrificio per l’ingresso nell’età adulta ma in realtà mai dimenticato.
Una serie televisiva tutta da amare e guardare con i lacrimoni di malinconia.

Back to list

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.